mercoledì 18 luglio 2018

ARTISTA TUTOR 2018

JORGE PERIS
 Alzira (Spagna), 1969. Vive e lavora a El Palmar (Spagna).

Il suo lavoro, principlamente caratterizzato da installazioni site-specific, è generato da materiali naturali che apportano nell'opera un senso di legame radicale al processo metamorfico della materia. La ricerca dei materiali coincide con quella dell'equilibrio, della tensione e del rapporto uomo-natura in termini di visione e avvicinamento al processo vitale. Il sottile limite dell'equilibrio viene spesso sfidato dall'artista attraverso la costruzione di installazioni scultoree che diventano architetture naturali, monumenti della vita e della morte, generatori di nuovi ambienti spaziali. Gran parte della sua produzione è di origine organica e i lavori si trasformano seguendo i processi chimico-naturali delle componenti materiche.

Le opere di Peris fanno parte di importanti collezioni come la Collezione MAXXI, Antinori e Collezione Giuliani. Ha esposto in diverse gallerie e strutture museali, ricordiamo le mostre più recenti: 2017 Olmo 2017. Luis Adelantado Valencia, Espana; Acidus 2017. HIT Gallery, Bratislava; Don’t Look Like a Line. Galeria Pinksummer, Torino. The Hierophant, Galeria Nicodim, Bucharest. 2016 Portal del angel, Cantina Antinori, San Casciano Val di Pesa; The Milky Way 3, Galeria Gio Marconi, Milano, Toute premiere fois, Visconti 22, Paris, Francia. There is no place like home, Ponte Marconi, Roma; Scarecrows Contemporary Art Exhibition, Domaine Sigalas, Santorini, Grecia. 2015 Dolmen, Sinfonia nr.7, Magazzino D’Arte Moderna, Roma; 519+40, Fundacion Pastificio Cerere, Roma; Explorations, Museo del Castillo de los Duques de Wurttemberg, Montbeliard, Francia. Icastica, Arezzo 2013 Los Pies de Judas, Pinksummer, Genova; The Naturalists, Incontri in Terra di Siena, Tuscany, Italia. Micol Assael, Jorge Peris, Nunzio, Galeria Bonomo, Bari, Italia. Encore Plus, Magazzino Arte Moderna, Roma. 2012 Tamaris, Chateau de Montbeliard, Francia. 2011 Aladas Almas, La Conservera: Centro de Arte Contemporaneo, Ceuti, Murcia. 2010 Micro, Aureo, Adela, MACRO, Roma. 2009 This Way-waiting for the Blackout, Sprovieri Gallery, Londra. Marte in Gaia e Cosimo vs sotto il monte Sinai, Parascha passo 32, Micamoca, Berlino. The Monkey Waiting for the White Flamingo, Foksal Gallery Foundation, Varsavia. 2008 E441, Newman Popiashvili gallery, New York. 2007 Marte in Gaia e Cosimo, Galleria Zero, Milano; Diamante, Magazzino d’Arte Moderna, Roma; Egitto in Luigi, MAN, Nuoro

venerdì 1 aprile 2016

GIANNI CARAVAGGIO

Rocca San Giovanni, 1968. Vive e lavora a Milano e Sindelfingen (Germania). Insegna scultura
presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano. Il lavoro di Gianni Caravaggio tratta il linguaggio
scultoreo come un ricercare filosofico, un'estensione del pensiero. Il marmo o i metalli come
bronzo, alluminio o zinco sono i materiali privilegiati dall'artista e diventano nell'opera sculture
rarefatte tese a riflettere i sistemi del sapere. Come il filosofare procede per ragionamenti aperti e
possibili confutazioni, così le opere di Caravaggio pongono interrogativi, catturano le
corrispondenze forma-materia, fino a suggerire la genesi dell'opera stessa come un atto
demiurgico di riminiscenza platonica.
Ha esposto con mostre personali e collettive in diversi musei e gallerie, tra questi ne ricordiamo
alcuni dei più recenti: Andriesse-Eyck Gallery, (Amsterdam) nel 2016; Fondazione Alberto Burri
(Città di Castello), Gallery Bernard Bouche (Parigi), Museo della Permanente (Milano) nel 2015;
Castello di Rivoli (Rivoli), Galerie Heike Kurtze (Vienna), Galerie Rolando Anselmi (Berlino),
Musée d’Art Moderne et Contemporain (Saint Etienne) nel 2014; galleria Kaufmann-Repetto
(Milano), Base (Firenze), Galleria unosunove (Roma) nel 2013; Palazzo Reale (Milano),
Bonnefantenmuseum, Bonnefanten Hedge House, (Maastricht) nel 2012. Premi e riconoscimenti:
ACACIA Prize 2013; Premio Internazionale Giovane Scultura, Fondazione Francesco Messina
2011; One Man Show Prize, Art Brussels 2006; Castello di Rivoli Prize, Rivoli e Premio Alinovi,
Bologna 2005; Dieselwall Prize 2004; Special Fund Prize PS1, New York, Italian Studio Program
2002.

martedì 23 giugno 2015

ARTISTI SELEZIONATI 2.0

Ritratto a mano 2.0 - Simone Berti/Valentina Vetturi

Esito Bando
artisti selezionati:


Lorenzo Camerlengo

Simone Camerlengo

Fabiola Faidiga

Carmela Lorusso

Daniela Nava

Ettore Pinelli

Marco Rossetti

Rashid Uri

venerdì 10 aprile 2015

VALENTINA VETTURI

Reggio Calabria, 1979.
La pratica artistica di Valentina Vetturi intreccia memoria, scrittura e performance. Le sue
opere si compongono attraverso lunghi processi e coinvolgono frammenti di realtà
apparentemente molto diversi. Al continuo confine tra presenza e assenza i personaggi e
le voci che popolano le sue performance e installazioni sono interpreti numerosi e invisibili
del mondo che ci circonda.
Ha partecipato a residenze in Italia e all’estero e esposto le sue opere in istituzioni
pubbliche e private tra cui: MAXXI (Roma), Kunsthalle Goeppingen (DE), Tranzit.ro
(Bucharest), Istituto Svizzero (Roma), Fondazione Sandretto (Torino), MACRO (Roma),
Aditorium (Roma), Spazio Salenbauch (Venezia), Viafarini (Milano), FAAP (San Paolo).
Ha collaborato con la Galleria Marilena Bonomo Bari.

SIMONE BERTI

Adria, 1966. Vive e lavora a Milano.
Il lavoro di Simone Berti parte da un atteggiamento mentale rivolto ad indagare gli
interrogativi sulla realtà, prendendo le mosse da una “condizione dubitativa come
strumento di conoscenza”, come afferma l'artista stesso. La scultura, il disegno, la pittura o
la performance sono i mezzi utilizzati dall’artista per restituire in forma materica e
esperienziale visioni della mente e apparizioni inaspettate.
Ha esposto in diversi musei e gallerie, tra cui ricordiamo: GAM (Milano), Galleria Continua
(Pechino), MOCA (Chicago), GAMeC (Bergamo), BASE (Firenze), Villa Medici (Roma),
Galleria Massimo De Carlo (Milano), Studio Geddes (Roma), Vistamare (Pescara), There
is no place like home (Roma), Galleria Sales (Roma). Ha partecipato alla 52° Biennale di
Venezia e le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private: SMAK (Gand),
MAXXI (Roma), Fondazione Sandretto (Torino); ALT (Bergamo), Museo del 900 (Milano),
Istituto Nazionale per la Grafica (Roma).

http://www.simoneberti.info/

domenica 24 agosto 2014

Foto lavori finali - MOSTRA 2014

Daniele Giuliani

Daniele Giuliani

Fabio De Meo
Fabio De Meo

Fabiola Faidiga

Fabiola Faidiga

Isabel Wiegand

Elisa D'Urbano

Elisa D'Urbano 

Alessandro PIcchione

Cristiana Pacchiarotti

Cristiana Pacchiarotti

Cristiana Pacchiarotti

Sacha Turchi

Sacha Turchi

Anna Messere

Anna Messere


Francesca Racano
Francesca Racano

Cristina Pancini

Cristina Pancini

Cristina Pancini









Cristina Pancini


 Giovanna Petrocchi

Giovanna Petrocchi 

FOTO / Ritratto a mano 1.0 / una settimana in convento